GammaPod a “The Doctors”: la rivoluzionaria radioterapia stereotassica per il tumore alla mammella.

Ne ha parlato la Direttrice del Maryland Medical Center Department of Radiation Oncology Dr. Elizabeth Nichols a “The Doctors”, noto talk show statunitense diffuso a livello internazionale che si occupa di medicina e salute.


Il cancro alla mammella rappresenta a livello internazionale almeno il 25% dei pazienti candidati ai trattamenti di radioterapia oncologica. GammaPod nasce per migliorare in maniera significativa il percorso di trattamento di queste pazienti.

GammaPod è infatti il primo sistema di radioterapia stereotassica esclusivamente dedicato al trattamento del tumore alla mammella nella fase precoce. Sviluppato dall’Università del Maryland, GammaPod permette di somministrare una dose elevata di radiazioni con grande accuratezza in un breve lasso di tempo preservando tessuti sani e organi a rischio, come cuore e polmoni.

 

Guarda la Partecipazione della Dr. Elizabeth Nichols a The Doctors

 

Maggiore accuratezza, meno effetti collaterali

Come dichiara la Dr. Elizabeth Nichols, durante il suo intervento, uno degli aspetti che rende unico GammaPod nel panorama delle tecnologie per la radioterapia è il dispositivo di immobilizzazione a coppa. Primo nel suo genere, questo sistema permette di ridurre al minimo il movimento della mammella, fornendo contemporaneamente localizzazione stereotassica del volume bersaglio (tumore).

In questo modo si è in grado di dirigere la dose di radiazioni in maniera altamente conformazionale con elevata accuratezza e risparmiare i tessuti sani, in particolare cuore e polmoni.

 

Tempi di trattamento cinque volte più rapidi

GammaPod non solo è totalmente non invasivo, ma può potenzialmente consentire alle pazienti di ricevere un ciclo completo di trattamento cinque volte più rapido. Un ciclo di trattamento completo di radioterapia per il tumore della mammella richiede solitamente dalle 15 alle 30 sedute (giorni) di trattamento. GammaPod permette di ridurre drasticamente il numero delle sedute necessarie, da una seduta fino a un totale massimo di 5, con un conseguente beneficio per la qualità della vita delle pazienti.

 

 

Scarica la brochure e richiedi maggiori informazioni

 

 

Sviluppi futuri

Per quanto riguarda i progetti per il prossimo futuro, l’intenzione è quella di avviare un programma di sperimentazione clinica in cui la radioterapia preceda l’approccio chirurgico. Come spiega la Dr. Elizabeth Nichols, la speranza è quella di riuscire a eliminare completamente il tumore in una sola seduta di GammaPod evitando persino l’intervento chirurgico. Se la sperimentazione dovesse avere successo, potrebbe davvero rivoluzionare la cura del cancro al seno nella fase precoce.

 

I centri che utilizzano GammaPod

Ad oggi GammaPod è utilizzato in due centri negli USA: l’Università del Maryland Medical Center, dove è stato sviluppato e l’UT Southwestern Medical Center di Dallas. Se ne aggiungeranno altri negli Stati Uniti, Canada e Cina. Il primo centro Europeo sarà proprio in Italia. L’ ASUIUD di Udine sarà infatti il primo centro in Europa a mettere al servizio delle pazienti i benefici di questa tecnologia innovativa.

GammaPod ha recentemente ottenuto il marchio CE che ne consente la commercializzazione e l’utilizzo in territorio europeo aprendo la porta a possibili installazioni in altri centri.

 

Informazioni su Xcision Medical Systems

Il sistema GammaPod è realizzato da Xcision Medical Systems, un’azienda Americana fondata dal Prof. Cedric Yu, fisico dell’Università del Maryland, inventore di GammaPod,  appositamente per diffondere a livello mondiale questa tecnologia rivoluzionaria, con l’obiettivo d’incrementare la qualità del trattamento e migliorare le vite dei pazienti e dei loro cari.

Xcision Medical Systems è rappresentata in esclusiva per l’Italia da Tema Sinergie S.p.A.

Per maggiori informazioni

Pubblicato in Radioterapia
© 2019 TEMA SINERGIE S.p.A
Partita IVA - Codice Fiscale n. 00970310397
Iscr. Reg. Imprese di Ravenna n. 00970310397  |  R.E.A. 111877
Capitale Sociale € 2.000.000,00 int. vers.