Radioterapia Vs. Chirurgia? L’urologo protagonista della terapia SBRT alla prostata.

Ormai la scoperta del team di ricercatori della UT Southwestern circa l’efficacia della radioterapia stereotassica (SBRT, Stereotactic Body Radiation Therapy) per il trattamento del cancro alla prostata sta facendo il giro del mondo e anche in Italia sono tantissimi i centri che desiderano mettere in pratica clinica questa terapia innovativa.

 

 

Perchè dovrebbe interessare all’Urologo? Perchè è in grado di fare la differenza!

 

Per ridurre in maniera drastica il rischio di effetti collaterali associati alla SBRT, in particolare le tossicità acute e tardive al retto è stato recentemente introdotto nel mercato il sistema SpaceOAR®.

Si tratta di un idrogel impiantabile per via trans-perineale e riassorbibile (dopo 3-6 mesi) che consente di creare uno spazio di circa 1 cm tra la parete rettale anteriore e la prostata.

L’impianto di tale gel avviene con la stessa tecnica e le stesse attrezzature tipicamente impiegate per una biopsia prostatica con approccio trans-perineale, pertanto è piena competenza dell’Urologo.

 

Discussion on Prostate Rectum Spacing in Radiation Therapy – Lawrence Karsh

 

 

Scopri di più su SpaceOAR®, clicca qui.

 

Per maggiori informazioni

Pubblicato in Uro-oncologia
© 2021 TEMA SINERGIE S.p.A
Partita IVA - Codice Fiscale n. 00970310397
Iscr. Reg. Imprese di Ravenna n. 00970310397  |  R.E.A. 111877
Capitale Sociale € 2.000.000,00 int. vers.